Informativa sulla COOKIE LAW: Questo sito utilizza solo cookie tecnici
 home page   podistica   triathlon   trail   ciclismo   criterium   società   notizie   solidarietà   fototeca   dlf   fidal   aics   links   area riservata   contatti 
Podistica Solidarietà su FacebookPodistica Solidarietà su TwitterPodistica Solidarietà su InstagramPodistica Solidarietà su YouTube

NOTIZIE SOCIALI


tinforma


notiziario tiburtino


podistica in pillole


VIDEOTECA


ritratti orange


sezione di nettuno


bacheca della solidarietà


archivio notizie

Notiziario Tiburtino - Marzo 2015 – Maratona di Roma
di Giuseppe Coccia, 01/04/2015

Orange alla Maratona di Roma

Orange alla Maratona di Roma

Carissime amiche e carissimi amici Orange,

fare podismo a Roma e nel Lazio vuol dire principalmente Maratona di Roma. Un evento sportivo oltre la corsa in se, un evento ricco di emozioni e di sensazioni che solo chi ha corso nel cuore della storia, per le strade di Roma può comprendere i quindi condividere. Nonostante la pioggia fastidiosa e una temperatura non propriamente mite, anche quest’anno il segno indelebile della Maratona di Roma resterà scolpito nei cuori di chi ha percorso le strade della Capitale. Tante riflessioni, tanti brevi resoconti, tante parole condivise.

Preparare una maratona è più difficile che correrla, serve tanto impegno e si devono fare un po' di sacrifici. Sono tante le persone che mi hanno aiutato in questo percorso, che hanno condiviso con me i chilometri, i mal di pancia, le incertezze e la paura di non farcela. Tanto è stato il supporto e l’incoraggiamento che ho ricevuto, da famiglia, amici storici e altri che lo sono diventati in questi mesi. Non potevo non arrivare alla fine, tagliare il traguardo è stato il mio modo per dire grazie. 
Correre ad un ritmo tranquillo ti permette di scambiare qualche parola con gli altri maratoneti ed osservarne i comportamenti: così nella prima parte di gara mi sono gustato lo stupore degli atleti stranieri che per la prima volta correvano dentro Roma e rimanevano letteralmente a bocca aperta ammirando Circo Massimo, San Paolo, Testaccio, il lungotevere… emozioni così belle che mi han fatto brevemente fermare all’angolo di via della Conciliazione, per guardare i volti in corsa di chi curvando a destra si trovava improvvisamente di fronte alla maestà del “Cupolone” di San Pietro.

I km scorrono sotto i piedi ... Tra un salto e l’altro per evitare le pozzanghere e le buche, piacevolmente stupito dall’organizzazione perfetta dei rifornimenti.
Nella testa risenti tutti gli avvertimenti dei veterani: “i sampietrini ti massacrano”, “al 35° c’è la crisi”… ti meravigli a sentire che al 30° non ti fa male nulla, che le gambe continuano a girare, che il telefonino di Luca dice che stai tenendo sempre i 5.42 al km … quasi incredulo continui la tua impresa, con Luca che mi ripete “dai che sei un mulo … non ti puoi fermare!”
È finita! Ho concluso la Maratona!!  …. è sicuro che non la dimenticherò mai ... ma intanto ti accorgi che stai già pensando alla prossima!!!
Ma la Maratona di Roma è preceduta sempre dalla Mezza Maratona più famosa e corsa d’Italia, la Roma Ostia, giunta quest’anno alla 41esima edizione, che ha visto un mare di canotte orange percorrere la strada che dalla romanità conduce appunto al mare oltre 400 orange.

Come ogni mese alle tante iniziative podistiche si sono affiancate numerose iniziative di solidarietà, dalla raccolta di scarpe e indumenti per le persone in carcere, a quella di colombe pasquali per le mense dei poveri.
Come sempre insomma due meravigliose facce della stessa medaglia, quella della Podistica Solidarietà.
Buona primavera a tutti ...


Questo e tanto altro ancora sul numero di marzo del Notiziario Tiburtino che potete leggere di seguito.

Pag. 1



Pag. 2


Danilo Osimani

Danilo Osimani



File Attachment Icon
aprile2015.1.jpg
File Attachment Icon
g.jpg
File Attachment Icon
p.jpg
File Attachment Icon
aprile2015.2.jpg