Informativa sulla COOKIE LAW: Questo sito utilizza solo cookie tecnici
 home page   podistica   triathlon   trail   ciclismo   criterium   società   notizie   solidarietà   fototeca   dlf   fidal   aics   links   area riservata   contatti 
Podistica Solidarietà su FacebookPodistica Solidarietà su TwitterPodistica Solidarietà su InstagramPodistica Solidarietà su YouTube

NOTIZIE SOCIALI


tinforma


notiziario tiburtino


podistica in pillole


VIDEOTECA


ritratti orange


sezione di nettuno


bacheca della solidarietà


archivio notizie

L'umiltà e la disponibilità di un Top della Podistica Solidarietà
di Daniel Peiffer, 19/08/2018

Sono quasi 10 anni che faccio parte di questa bellissima società con ad oggi quasi 700 gare all’attivo… Maratone, Ultramaratone,Trail, Ultratrail, Pista ed altre, ma qualche settimana passata, ho scoperto una nuova tipologia di gara che solo pochi di noi l’avranno mai notata, forse mai realizzata o avuto il piacere di parteciparvi.
Io ho avuto questa opportunità e, sperando di non annoiarvi, voglio riassumervela in queste pochi righe.

Già da molti mesi temevo questo appuntamento, rilevatasi alle fine durissimo come l'impegno di una 100 Km, se non di più, per parteciparci dovevo organizzarmi e metterla in calendario al più presto.
Dopo la mancanza di mia madre l’anno scorso si è presentata questa situazione rendendo necessario traslocare alcune cose mie personali tra cui mobili, oggettistica ed altro dalla Germania qui a casa a Roma.

Optare per una dittà di trasloco o per una spedizione era a rischio, quindi avevo deciso alla fine di noleggiare un maxi furgone da Roma e mettermi in viaggio, ma considerando che non potevo affrontare "questa gara", lunga ben 3200 Km, da solo, oltre a mio cognato che offriva la sua disponibilità aggiungendosi da Padova, bussando alla porta della Podistica Solidarietà non mi si è aperto una porticina, bensì un portone. Ad aprire non solo il Presidente, ma un TOP che molti forse conoscono, ma non tutti vedono durante l’anno podistico, ma vi garantisco che lui è uno dei più GRANDI tra noi, un componente importantissimo e credo indispensabile per fare funzionare questo motore chiamato Podistica Solidarietà.

E’ un Top che week-end per week-end monta e smonta i nostri gazebo, prepara e distribuisce pettorali, presente in sede, presente ad Amatrice e tant’altro, forse pochi sanno che quando ci troviamo ai nastri di partenza alle ore 09.00 tipo a Subiaco, lui già dalle ore 06.00 sta già li sul posto a montare (e spesso da solo) i nostri gazebo per farci stare bene e tranquilli. Peccato che spesso non tutti colgono l’occasione di conoscere ed approfondire il suo valore post gara per dargli una mano e spesso viene lasciato da solo a rismontare il tutto con grande umiltà.

In questi due giorni ho avuto questo privilegio ed il piacere di conoscere una persona di altissimo valore umano con una grande disponibilità, cosa che ai nostri tempi di oggi non si trova quasi più, posso solo raccomandarlo a tutti gli i Oranges che abbiano necessità di qualsiasi sostegno o supporto di lavoro per casa o lavoro… troveranno una persona affidabile, disponibilissima, di grande valore e soprattutto di fiducia.

GRAZIE, MAURIZIO RAGOZZINO!!!




File Attachment Icon
g.jpg
File Attachment Icon
p.jpg