home page   podistica   triathlon   trail   ciclismo   criterium   società   notizie   solidarietà   fototeca   dlf   fidal   aics   links   area riservata   contatti 
Podistica Solidarietà su FacebookPodistica Solidarietà su TwitterPodistica Solidarietà su InstagramPodistica Solidarietà su YouTube

notizie di solidarietà


archivio notizie

Giochi Senza Barriere: lo sport come terapia positiva
di Redazione Podistica, 24/05/2017

L’Associazione art4sport ONLUS crede nello sport come terapia per il recupero fisico e psicologico dei bambini e dei ragazzi portatori di protesi di arto.
La sua missione è quindi quella di aiutare economicamente e supportare a livello pratico/organizzativo le famiglie di bambini protesizzati per permettere loro di giocare e divertirsi quotidianamente attraverso l’attività sportiva.
Ogni bambino sarà libero di provare a praticare lo sport che preferisce, per puro divertimento o con finalità agonistiche se ce ne sarà l’opportunità e la voglia.

art4sport è ispirata alla storia di Bebe (Beatrice Vio), una bambina con tante passioni tra cui quella per la scherma. Alla fine del 2008, all’età di 11 anni, è stata colpita da una grave malattia che ha portato come tragica conseguenza all'amputazione dei quattro arti. Malgrado questo, nel giro di un anno è tornata alla sua vita di prima e uno dei fattori motivanti che l’ha portata a reagire con forza e determinazione è stato il suo desiderio scalpitante di tornare ancora una volta a praticare il suo amato sport.
La famiglia di Bebe si è allora attivata per conoscere la realtà delle protesi sportive e delle attrezzature sportive per i ragazzi con questo tipo di disabilità e si è dovuta scontrare con la sconcertante situazione italiana dove c’è l’assoluta mancanza di supporto da parte del Sistema Sanitario Nazionale.
Da qui è nata la decisione di creare un’associazione che fungesse da punto di riferimento per lei e per altri ragazzi con le stesse problematiche e con lo stesso desiderio: praticare sport ovvero "promuovere lo sport come terapia fisica e psicologica per bambini e ragazzi con disabilità fisiche e migliorare la qualità della vita di bambini e ragazzi amputati, portatori di protesi di arto attraverso la pratica dell’attività sportiva”.

Dopo l’esperienza milanese del 2015 all’Arena Civica di Milano, quest’anno i Giochi Senza Barriere così come nel 2016 si svolgeranno in un’altra meravigliosa location: lo Stadio dei Marmi di Roma.
L’evento vedrà la collaborazione con i due Comitati sportivi italiani, il CIP e il CONI, rappresentati dai Presidenti Luca Pancalli e Giovanni Malagò.
L’appuntamento in programma allo Stadio dei Marmi è fissato per martedì 13 giugno 2017 e vedrà in campo 8 squadre provenienti da 8 regioni italiane composte da 20 giocatori suddivisi tra giovani (8-13 anni) e adulti maschi e femmine. In ogni squadra saranno presenti uno o più atleti disabili, distribuiti equamente.

Quest’anno il tema sarà “emozioni e colori”. Lo scorso anno a fine evento molte persone tra sponsor, pubblico e amici hanno detto: “Grazie, mi sono emozionato!” e così quest’anno si vuole trasformare la visione della disabilità intesa come “tristezza e compassione” in GIOIA DI VIVERE per stravolgere completamente il pensiero di tante persone, esattamente come fa Bebe! E lo faremo… attraverso i COLORI.
La serata che vedrà la partecipazioni di tanti grandi campioni, per l'appunto capitanati da Bebe, sarà presentata dal Trio Medusa.

Vi invitiamo a diffondere questo importante evento e a parteciparvi. Per ulteriori informazioni vi invitiamo a visitare il sito di Art4Sport www.art4sporteventi.org/ o andare sulla pagina Facebook dell’evento www.facebook.com/giochi-senza-barriere

Tony Marino





File Attachment Icon
g.jpg
File Attachment Icon
loc.jpg
File Attachment Icon
p.jpg