home page   podistica   triathlon   trail   ciclismo   criterium   societÓ   notizie   solidarietÓ   fototeca   videoteca   fidal   links   area riservata   contatti 
Podistica SolidarietÓ su FacebookPodistica SolidarietÓ su TwitterPodistica SolidarietÓ su InstagramPodistica SolidarietÓ su YouTube

archivio Gare Fittizie


calendario Gare Fittizie


notizie gare podistiche


archivio gare podistiche


calendario gare su strada


calendario gare atletica leggera


calendario gare in regione


calendario gare all'estero


11 consigli per la maratona


archivio notizie

Tuscany Crossing sia...
di Maria Concetta Di Benedetto, 05/05/2014

il meritato riposo dopo la gara

il meritato riposo dopo la gara

...Ŕ arrivato il momento,
sabato 26 Aprile 2014 ore 9.30 Montalcino: iniziano 50 km (e +) di emozioni, fatica e verde, tanto, di ogni gradazione ed intensitÓ; 50 km di acqua sopra... sotto, 50 km di fiori, profumi e suoni e versi di animali e… quiete.
Immersi in paesaggi variegati, a tratti inaspettati, 450 atleti alla partenza per i 100 km, i 50 e la staffetta, a Castiglion d’Orcia e Montalcino i due start e poi tutti alla spicciolata fino a notte fonda, al traguardo: Castiglion d’Orcia.

I nostri passi uno davanti all’altro: ora corsa, ora camminata energica o affaticata, messi alla prova dalle salite, tante (per me) ma anche dalle discese tutt’altro che riposanti e… negli occhi il “verde”, reso brillante dal sole delle prime ore; verde dei campi, degli alberi, delle colline, qua e lÓ, rattoppate da macchie pi¨ intense o pi¨ tenui; verde trapuntato di fiori di ogni colore, specie e forma… VERDE!
Sul percorso, trovarsi su una strada bianca che si srotola tranquilla, a tratti abbracciata dai cipressini, lungo i dolci declivi ed emergere in un mare giallo di miriadi di piccoli fiori, a perdita d’occhio... trattenere il fiato, sopraffatta dalla meraviglia… poi, arriva la pioggia, prima fine, a smorzare la calura e rinverdire il paesaggio, poi battente, a tratti scrosciante e serrando i pugni, correre, camminare... avanzare e sole di nuovo, con il panorama che si illumina mentre all’orizzonte nuvole minacciose si assembran a creare un’ombra di apprensione; una voce, alle spalle, di chi ha il passo pi¨ svelto, pi¨ allenato: “ciao, tutto bene? Dai che ci siamo, brava, cosý!” ed Ŕ calore e sostegno da regalare a tua volta, alla figura che vedi davanti a te, raggiungi e superi: spirito trail, ammirazione e tenacia in simbiosi con la natura.
Affrettare i passi, sapendo che la strada Ŕ lunga e per te che Ŕ la prima volta, ancora di pi¨... la mia prima “ultra”, mi accompagnano in tanti ma forse, pochi... che quest’avventura l’hanno sognata, l’hanno scelta, l’hanno attesa e ora la vivono con grinta, determinazione e gioiosa soddisfazione.

I miei amici, siamo in 4 : Marco il “capitano” giÓ ultra... ultra, l’appassionato, l’esperto che di queste imprese ne ha realizzate varie, in ogni dove; lui qui, alla T.C copre i 100 km (e +) e non poteva essere diversamente; Vincenzo, il veterano, puro spirito trail: animo schivo ed entusiasmo contagioso; poi Oxana che in meno di due mesi Ŕ maratoneta ed “ultra” con la caparbietÓ e la grinta del suo carattere determinato e solare; e inoltre una manciata di amici Orange a sentirci gruppo, con la contentezza di essere insieme in questa sfida.
Insieme abbiamo intrapreso l’avventura, singolarmente l’abbiamo vissuta e portata a termine, ognuno col suo carico di aspettative, sentimenti e fatica.
Il mio viaggio: 50 km (e +) con me stessa, le mie sensazioni, i miei limiti, il mio forte ‘voler esserci’. Tanta meraviglia e stupore nell’anima, tanto sollievo e soddisfazione al traguardo, oltrepassare l’arco... e non so dire ora come abbia fatto… un passo dietro l’altro... poi il nome scandito a confermare che ci sono, sono arrivata e la medaglia... il premio a cui ognuno ambisce, simbolo di riuscita.
In me, volontÓ di arrivare fino alla fine, ammirazione per l’impresa dell’uomo, macchina perfetta, stupore e gratitudine per la natura prodiga di maestosa bellezza, gioia per la condivisione di questi momenti unici.

Nella mente e nel cuore rivivono immagini ed emozioni indelebili, inenarrabili… Il corpo che duole, il cuore che canta!
alla prossima


Gara: Tuscany Crossing Val D'Orcia [Crit. Trail] (26/04/2014)

SCHEDA GARA



File Attachment Icon
tusB.JPG
File Attachment Icon
tusS.JPG