Informativa sulla COOKIE LAW: Questo sito utilizza solo cookie tecnici
 home page   podistica   triathlon   trail   ciclismo   criterium   società   notizie   solidarietà   fototeca   dlf   fidal   aics   links   area riservata   contatti 
Podistica Solidarietà su FacebookPodistica Solidarietà su TwitterPodistica Solidarietà su InstagramPodistica Solidarietà su YouTube

NOTIZIE SOCIALI


tinforma


notiziario tiburtino


podistica in pillole


VIDEOTECA


ritratti orange


sezione di nettuno


bacheca della solidarietà


archivio notizie

Tra i ghiacci alla ricerca dei propri limiti.
di Alessandro Roppo, 01/02/2010

Qualche tempo fa scrivevamo

Alessandro Roppo, un giovane orange con un sogno nel cassetto, un sogno bellissimo, pieno di amore per la natura, per l’ambiente, per il suo cane, per il suo sport, ma fatto anche di fatica, di sudore, di entusiasmo e di aspettative, ma per realizzarlo non è sufficiente la sua forte volontà di raggiungere il traguardo che si è prefisso, non basta la sua tenacia, ci sono anche ostacoli pratici che sarebbe meno faticoso superare con il supporto di qualcuno che creda in lui, nelle sue energie e nel suo sogno, sarebbe utile che qualcuno condividesse l’impegno economico, perché il sogno che tra poco ci illustrerà prevede delle spese e Alessandro con umiltà non disdegnerebbe di approfittare di una “spinta”…”

e il suo saluto

Ciao amici,
per me è un vero piacere far parte del vostro gruppo e vi ringrazio del benvenuto.
Francesco Scarparo mi aveva presentato bene l’associazione e spulciando sul vostro sito, a dir la verità molto ben fatto, mi sono convinto ad iscrivermi per raggiungere con voi i vostri obiettivi solidali. Spero di conoscervi personalmente al più presto.

Vi parlo ora del mio sogno e della speranza di riuscire a dare il massimo con umiltà e tenacia e di onorare al meglio delle mie possibilità la fiducia delle persone che mi incoraggiano e sostengono.

Sogno di incontrare veramente me stesso in questo pellegrinaggio alla ricerca del limite e di godere delle meraviglie naturali di cui è ancora pieno il mondo. Spero di ammirare lo spettacolo dell’Aurora Boreale e di riuscire a continuare il mio “viaggio sportivo” dopo questa prima tappa…

Mi sto duramente preparando per partecipare ad una prova di corsa nella natura in condizioni particolari, correrò infatti in Alaska con una temperatura minima di – 40°C, per una distanza di circa 160 Km, trainando una slitta con il necessario, ed è per questo motivo che durante la fase di preparazione difficilmente potrò partecipare a gare, ma non è detto…

Con tutta probabilità la data della partenza sarà il prossimo 13 febbraio 2010, sarà previsto un tempo massimo di 48 ore, luogo di partenza, la cittadina di Wasilla in Alaska che si trova a 2 ore di macchina da Anchorage, punto di arrivo di nuovo Wasilla, la distanza è pari a 100 miglia, equivalenti a 160 dei nostri km. ma tuttavia c’è da attendersi una distanza leggermente maggiore perché in quel periodo ghiaccio e neve non permetteranno di misurare bene il percorso.

Compagno di Avventura è il mio fido cane Schiuma,

Alessandro Roppo

Ebbene il suo sogno sta per avverarsi e leggiamo un articolo pubblicato sul Tempo qualche giorno fa:

100 miglia di sfida alla natura estrema


Alessandro Roppo

Alessandro Roppo



File Attachment Icon
roppo.pdf
File Attachment Icon
roppo1.jpg
File Attachment Icon
roppo2.jpg
File Attachment Icon
sciuma1.jpg