Informativa sulla COOKIE LAW: Questo sito utilizza solo cookie tecnici
 home page   podistica   triathlon   trail   ciclismo   criterium   società   notizie   solidarietà   fototeca   dlf   fidal   aics   links   area riservata   contatti 
Podistica Solidarietà su FacebookPodistica Solidarietà su TwitterPodistica Solidarietà su InstagramPodistica Solidarietà su YouTube

NOTIZIE SOCIALI


tinforma


notiziario tiburtino


podistica in pillole


VIDEOTECA


ritratti orange


sezione di nettuno


bacheca della solidarietà


archivio notizie

L'intervista al podista: Franco Piccioni. Il calcio, la bici, il nuoti e.... poi la corsa.
di Franco Piccioni, 01/01/2021

Ciao amici Orange,

sono Franco Piccioni, classe 1963. Quando sono nato pesavo 1 kg e mezzo poiché sono un gemello omozigote di 7 mesi. Lo scrivo perché se esisto è già un miracolo! Lo sport per me è sempre stata una passione, sin da bambino.
Prima di tutto il calcio; tutta la trafila delle giovanili, esordienti, giovanissimi, allievi fino alla seconda categoria… Poi stop.

Finché un giorno decisi di smettere di fumare e di iniziare ad andare in bici, contemporaneamente al nuoto. Per qualche anno continuai a praticare questi sport che amavo, ma che mi sono trovato costretto ad abbandonare per il poco tempo libero che riuscivo ad avere.

Così, iniziai a correre! Dopo due mesi di corsa “come viene, viene” ho corso la mia prima maratona, per di più a Roma. L’avessi mai fatta! Da quell’emozione che scaturisce nel tagliare il traguardo nasce tutto.

I primi sei anni correvo con l’Atletica Villa Aurelia. Altri sei anni con il Gruppo Marciatori Simbruini di Subiaco. E nel 2011 entro a far parte della famiglia della Podistica Solidarietà.
Lo stesso anno ottengo il mio Persona Best al Passatore, 9:27:34.

Non avendo un “motore” molto potente prediligo maggiormente la Quantità, piuttosto che la Qualità. Questo mi porta a diventare un Ultramaratoneta, non solo per caratteristiche ma anche per scelta di piacere. Per me la corsa è un po’ come una Medicina e ognuno ne prende la “dose” che gli serve.

Con venti anni ho corso più di 110.000 km. Ho corso ufficialmente
200 maratone, comprese una sessantina di Ultra,
16 Passatore e
2 Etruschi di 100 km.


In maratona, sono sceso 5 volte sotto le tre ore, con
Personal Best a Roma 2:57:20. Ho collezionato una trentina di mezze maratone con
Personal Best 1:22:48 alla Roma-Ostia. E infine anche una trentina di
10 km con Personal Best di 37:36.

Sono molto orgoglioso e la mia più grande soddisfazione, oltre ai meriti sportivi, è quella di aver sempre avuto la costanza e la fortuna di essermi riuscito ad allenare tutti i giorni, senza mai tralasciare il mio lavoro di artigiano edile che da 37 anni svolgo con passione.

Un ringraziamento particolare va alla mia famiglia, mia moglie e i miei figli, che hanno sempre rispettato la mia scelta e la mia libertà di dedicarmi alla mia passione.

Un abbraccio agli amici Orange, in particolare a quelli della “piana” al paesello.

Ma se non ci fosse il nostro grande presidente Pino, la solidarietà non esisterebbe.

Evviva la corsa!





File Attachment Icon
PICC.jpg
File Attachment Icon
BIG.jpg
File Attachment Icon
3.jpg