Informativa sulla COOKIE LAW: Questo sito utilizza solo cookie tecnici
 home page   podistica   triathlon   trail   ciclismo   criterium   società   notizie   solidarietà   fototeca   fidal   links   area riservata   contatti 
Podistica Solidarietà su FacebookPodistica Solidarietà su TwitterPodistica Solidarietà su InstagramPodistica Solidarietà su YouTube

NOTIZIE SOCIALI


tinforma


notiziario tiburtino


podistica in pillole


VIDEOTECA


ritratti orange


archivio notizie

Ultime Notizie dalla Fidal
di Redazione Podistica, 24/01/2022

24 gennaio 2022

L’organizzazione di corsi a favore di tesserati di altre associazioni (non trattandosi in questo caso di prestazioni svolte verso associazioni affiliate alla medesima organizzazione nazionale) non può essere decommercializzata e non gode della non imponibilità ai fini iva.
Di conseguenza l’asd dovrà emettere fattura con causale relativa all’erogazione di corsi sportivi.
Consigliamo quindi all’asd di aprire la partita iva optando per il regime forfettario della L.398/91.
Per qualsiasi ulteriore informazione l’area territorio è a Vostra disposizione



-------------------------------------------------------------------------
24 dicembre 2021

Caro Babbo Natale,


l’Atletica Italiana ha costruito in questi anni tante sinergie che hanno portato ai risultati che a partire dagli Europei Indoor fino agli Europei di Cross, passando per la Coppa Europa e le Olimpiadi di Tokyo, hanno inorgoglito tutti noi.

Questi risultati non sono frutto del caso, ma di tanto lavoro profuso negli anni da parte di tante persone appassionate e competenti. Atleti, tecnici, dirigenti, giudici che si sono messi in gioco e che sul dialogo e sull’apertura mentale hanno costruito un modello che ha permesso ai migliori atleti di potersi esprimere al meglio nelle occasioni che contavano.

Oggi siamo di fronte ad un bivio. Abbandonare la strada intrapresa, oppure migliorare ciò che è migliorabile e tentare di replicare i risultati che si sono ottenuti.

È passato quasi un anno dalle elezioni del 31 gennaio. Sarebbe il caso di abbandonare le vendette trasversali e quelle mirate, cercando di recuperare un senso di comunità per poter operare veramente a pieno regime in favore di tutti gli operatori dell’Atletica Italiana.

Le norme che sta varando il Governo in queste ore, potrebbero anche penalizzare ancora una volta il settore dei “Mass Event”, settore a cui sono legato il 50% dei tesseramenti e delle affiliazioni, comparto delicato per le entrate federali, ma soprattutto per la diffusione e socializzazione del gesto atletico che le tante società distribuite sul territorio promuovono a fronte di tanti sacrifici.

Quindi, caro Babbo Natale, ti ringraziamo del regalo che ci hai fatto (€1.679.000 in più rispetto al 2021), che speriamo sia distribuito in gran parte alle società che sono in grande affanno, ma ti chiediamo altri regali:
1)    Una dirigenza che non si arrocchi su un risultato che è stato di fatto contrastato e che ha impedito una sana dialettica che potesse apportare un reale contributo al “bene dell’atletica”.
2)    Che le società vengano rispettate (negli Awards sono state semplicemente cancellate!) e possano avere nei tempi corretti quello che è il fondamento dell’attività: Regolamenti, minimi di accesso, contributi.
3)    Che queste regole abbiano un senso e che fossero preventivamente sottoposte alle società. Perché chi si occupa dell’atletica “sul campo” ha forse una sensibilità maggiore rispetto a chi vive realtà virtuali, intento solo a fare interviste e a ricevere e distribuire premi. Continuiamo a pensare che il Challenge e lo sdoppiamento dei campionati Junior Promesse siano semplicemente sbagliati.
4)    Che si facciano scelte comunicative tempestive ed intelligenti. Nell’anno migliore della Storia dell’Atletica Italiana, abbiamo trasmesso gli “Awards” su Sky, quando la Rai in questi anni ha trasmesso l’atletica in lungo e largo, offrendoci anche qualche soldino. Crediamo che chiunque abbia un minimo di conoscenza dei meccanismi della comunicazione possa comprendere come la Rai non abbia apprezzato questo atteggiamento.
5)    Che si definisca formalmente la posizione del Segretario Generale, dimissionario, fino a comunicazione contraria, con un contratto misterioso che non conoscono neasnche i consiglieri, inadeguato al suo ruolo, da quello che abbiamo visto in occasioni pubbliche, fino alle lamentele che arrivano da Via Flaminia e da Palazzo H.
6)    Che una grande manifestazione che ci è stata assegnata come i Campionati Europei del 2024, abbia una guida competente e che ci si muova in fretta per sviluppare un progetto che al momento è completamente fermo.
7)    Che veramente si parli di merito, e non si sbandieri semplicemente per fare immagine, ma si applichi sul serio. Ci sembra, per quanto visto finora, che in alcuni casi si sia scelto in base alle “amicizie” rispetto alle competenze.
8)    Che vengano valorizzati i comitati territoriali, spina dorsale dell’atletica italiana insieme alle società, al momento abbandonati a se stessi.
9)    Che si sviluppino progetti per la promozione dell’atletica sfruttando l’eco delle vittorie olimpiche e non solo. Qualcuno in Federazione è in grado di scrivere qualcosa che possa partorire progetti seri, tangibili, e non progetti divisivi come quello del Challenge? Qualcuno è in grado di dire la verità su un Golden Gala passato dal 4° posto nei Meeting internazionali del 2020 al 10° del 2021? Altro che scommessa vinta.
10)  Che si attui un piano di formazione a tutti i livelli, dirigenti, tecnici, giudici che possa migliorare le competenze, sviluppare modelli tecnici aggiornati e ringiovanire un settore fondamentale come quello dei Giudici? (In un anno, non è stato organizzato né programmato alcun corso per il livello di Allenatore, per il quale ci sono almeno 800 tecnici in lista d’attesa).


Caro Babbo Natale, sappiamo che la lista dei regali è lunga, ma sognare non costa niente. Prendere posizione invece costa, e molto. C’è chi ha il coraggio di farlo mentre altri preferiscono lamentarsi in privato e sorridere in pubblico. Non non abbiamo paura di esporci, forti delle nostre convinzioni e liberi da interessi personali.

AUGURI DI BUONE FESTE AGLI ATLETI, AI TECNICI, AI DIRIGENTI, AI GIUDICI E, AGLI APPASSIONATI DEL NOSTRO MERAVIGLIOSO SPORT

Bruno Cappello, Roberto De Benedittis, Andrea De Lazzari, Luigi D’Onofrio, Sabrina Fraccaroli, Carlo Giordani, Roberto Goffi, Giacomo Leone, Gianni Mauri, Alessandra Palombo, Gaspare Polizzi, Carlo Stassano, Aldo Zanetti, Giuseppe Zoni e con noi 91 società che condividono queste riflessioni

-----------------------------------------------------------------
21 dicembre 2021

Con la presente si comunica che l’ufficio tesseramento sarà chiuso dal giorno 23/12/2021 (compreso) fino al giorno 2/1/2022 (compreso).
Pertanto domani è l’ultimo giorno lavorativo e riapriremo a partire dal 3 gennaio 2022. 
Colgo l’occasione per augurarvi buone feste.


Federica Vitale
Responsabile Tesseramento CRL



--------------------------------------------------------------------
7 dicembre 2021

Progetto Scuola Attiva junior


Si invitano le Società del CP FIDAL ROMA
impegnate costantemente nell'attività giovanile a comunicare entro domenica 12 dicembre alla mail cp.roma@fidal.it i nomi di Tecnici Federali disponibili a lavorare nelle scuole secondarie di primo grado che hanno aderito al progetto promosso da Ministero dell’Istruzione e Sport e Salute.
Il progetto Scuola Attiva junior, dedicato ai ragazzi della scuola secondari di I grado (11-13 anni) è un progetto multisportivo rivolto a tutte le classi, dalla 1^ alla 3^, costituito da 2 sport, abbinati alle scuole sulla base delle preferenze da loro indicate in fase di adesione.
Le attività da realizzare nel progetto Scuola aperta allo Sport, “Settimane di Sport” e “Pomeriggi Sportivi”, sono state ideate dall’Ufficio Promozione FIDAL con l’intento di far sperimentare, agli alunni delle classi prime , seconde e terze della scuola secondaria di primo grado, una serie di giochi e gesti motori attraverso i quali poter mettere alla prova le proprie capacità ed abilità nel correre, nel saltare e nel lanciare. Come è noto queste abilità, oltre ad essere esaltate in specifiche discipline dell’Atletica Leggera, rappresentano i prerequisiti motori da possedere per affrontare con successo la pratica di altre discipline sportive sia individuali che di squadra.

La partecipazione e l’inserimento dei tecnici Sociali nel progetto puo’ essere una importante opportunità per promuovere la conoscenza e la pratica dell’atletica leggera tra gli alunni delle scuole secondarie di primo grado e avvicinare la scuola alle organizzazioni e realtà sportive presenti sul territorio di appartenenza (comitato provinciale FIDAL, società sportive).

Una volta raccolte le adesioni, si provvederà a comunicare ai tecnici individuati le modalità di attuazione del progetto, in uno specifico incontro informativo.  

E’ possibile avere informazioni specifiche contattando direttamente il Prof. Gianni Bayram 3480092193.

------------------------------------------------------------------
Norme Attività 2022 - 2 dicembre 2021

facendo riferimento alla mail di pari oggetto inviata il 29 novembre u.s., si comunica che sono state pubblicate le Norme Attività 2022 aggiornate e completate con tutti i Campionati federali.
Il documento è scaricabile, come di consueto, al seguente link http://www.fidal.it/content/Norme-e-Regolamenti/111218.
 
L’occasione è gradita per inviare cordiali saluti
Area Organizzazione Sportiva



-------------------------------------------------
29 novembre 2021

con la presente si comunica che sono state pubblicate al seguente link  http://www.fidal.it/content/norme-e-regolamenti/111218  le norme attività 2022 che saranno a breve completate con i seguenti campionati:
 
Campionato di Società Assoluto su pista
Campionati Italiani Individuali su pista Master
Campionati Italiani Indoor Master
Trofeo delle Regioni Master
 
L’occasione è gradita per inviare cordiali saluti
Area Organizzazione Sportiva



--------------------------------------------------------------------------
29 novembre 2021

Le società sportive dilettantistiche

sono state introdotte nell’ordinamento dalla L.289/2002 che all’art 90 co. 18 prevede

“l’obbligo di devoluzione ai fini sportivi del patrimonio in caso di scioglimento delle
società e delle associazioni”.
Segnaliamo però la Riforma dello sport i cui decreti legislativi sono stati approvati ma entreranno in vigore il 1 gennaio 2023, che prevede per gli enti dilettantistici il rimborso al socio del capitale effettivamente versato ed eventualmente rivalutato o aumentato, abrogando cosi il co 18 della art 90 L. 289/2002.
Pertanto se il nuovo assetto normativo restasse invariato a decorrere dal 2023 potrà (previa modifica dello statuto sociale) essere rimborsata ai soci la quota di capitale versata.

Per qualsiasi ulteriore informazione l’area territorio è a vostra disposizione.
Buona giornata



---------------------------------------------------------------------------

16 Novembre 2021

L’art 90 co.18 bis della Legge 289/2002 cita:
“E’ fatto divieto agli amministratori delle società e delle associazioni sportive dilettantistiche di ricoprire la medesima carica in altre società nell’ambito della medesima federazione sportiva ,o nell’ambito della medesima disciplina facente capo ad un Ente di Promozione sportiva”.
La norma citata è finalizzata ad evitare possibili conflitti d’interesse che si potrebbero verificare, nel nostro caso però si parla di svolgere una collaborazione non di essere eletto in un altro organismo affiliato alla stessa Federazione.
In linea generale quindi non esistono particolari limitazioni ad una collaborazione a meno che non risultino particolari divieti negli statuti o regolamenti organici della Federazione o EPS di appartenenza.
Per qualsiasi ulteriore informazione l’area territorio è a vostra disposizione.



---------------------------------------------------------------------------
9 novembre 2021

Dal 23 novembre per tutte le APS (associazioni di promozione sociale ) e le ODV ( organizzazioni di volontariato) il passaggio nei registri del RUNTS sarà automatico. Tutte le altre associazioni e/o enti dovranno invece presentare domanda.

Le asd che volessero iscriversi al RUNTS acquisendo anche personalità giuridica dovranno rivolgersi ad un notaio ed avere un patrimonio minimo di 15.000 euro; tutte le altre associazioni che vogliono iscriversi al RUNTS rimanendo senza personalità giuridica possono fare domanda senza richiedere l’assistenza di un notaio ma i loro statuti dovranno in ogni caso rispettare le linee guida della riforma del Terzo Settore. Ribadiamo che per una asd l’iscrizione al RUNTS è una facoltà, un’ opportunità non è sicuramente un obbligo.

Per qualsiasi ulteriore informazione l’area territorio è a Vostra disposizione.

Buona giornata


---------------------------------------------------------------------------

I dirigenti obbligatori per l’affiliazione sono Tre

Presidente,
Vicepresidente e un
consigliere

I Medici Sociali
sono nominati dal Consiglio Direttivo del sodalizio affiliato, tra gli iscritti alla FMSI, preferibilmente specialisti in Medicina dello Sport
(specialista in Medicina dello Sport ed iscritto alla FMSI quale Socio Ordinario in caso di Federazioni che praticano discipline a livello professionistico).

Il Medico Sociale, in particolare:
vigila, in stretta collaborazione col Presidente della Società Sportiva, sull’osservanza delle leggi dello Stato e della Regione sulla tutela sanitaria delle attività sportive e sul rispetto delle norme Federali in tema sanitario;
rispetta gli adempimenti previsti dal DM 13.03.1995 sulla tutela sanitaria degli sportivi professionisti;
si adopera nella prevenzione, informazione e lotta al doping dei tesserati della propria Società.


------------------------------------------------------------------

I minori di 12 anni
cosa devono presentare per fare attività fisica


sono esentati dalla presentazione del Green Pass,
però sono obbligati a presentare l’autocertificazione.
L’autocertificazione può essere firmata dal minore ma è necessario che sia controfirmata dall’esercente patria potestà.
Inoltre se in calce all’autocertificazione viene assunto l’impegno a comunicare eventuali variazioni di quanto dichiarato e a non far accedere il minore alla struttura se dovesse rientrare in una delle fattispecie previste dalle disposizioni (sintomi, contatti con persone infette e cosi via..) riteniamo non sia necessario rilasciarne una nuova a ogni accesso.

Fac simile:
” il sottoscrittore si impegna a comunicare prontamente ogni variazione del quadro clinico al medico di riferimento e a sospendere immediatamente le attività sportive. La presente autocertificazione ha validità fino a che non si manifestino variazioni dello stato di salute del minore, dalla data di compilazione.”

Per qualsiasi ulteriore informazione, l’area territorio è a Vostra disposizione.
Buona giornata




File Attachment Icon
fidal.jpg
File Attachment Icon
1.jpg