Informativa sulla COOKIE LAW: Questo sito utilizza solo cookie tecnici
 home page   podistica   triathlon   trail   ciclismo   criterium   società   notizie   solidarietà   fototeca   dlf   fidal   aics   links   area riservata   contatti 
Podistica Solidarietà su FacebookPodistica Solidarietà su TwitterPodistica Solidarietà su InstagramPodistica Solidarietà su YouTube

NOTIZIE SOCIALI


tinforma


notiziario tiburtino


podistica in pillole


VIDEOTECA


ritratti orange


sezione di nettuno


bacheca della solidarietà


archivio notizie

L'estate incorona Belardinilli e Nania
di Maurizio Zacchi, 21/09/2011

Si chiude l’edizione 2011 del Criterium Estivo della Podistica Solidarietà, la seconda edizione assoluta di una competizione voluta fortemente dal Presidentissimo Pino Coccia allo scopo di stimolare la partecipazione in un periodo dell’anno in cui questa tende fisiologicamente a calare.

Giusto quindi stimolare e premiare coloro che hanno sfidato il caldo stagionale e “le ire della famiglia” per cimentarsi in gare di vario tipo, ma tutte molto belle e affascinanti, soprattutto selezionate con attenzione anche in termini di distribuzione sul territorio laziale. Ma non c'era solo il Lazio, visto che quest’anno, oltre alle tradizionali gare abruzzesi, sono state inserite anche delle gare in Toscana. Vari anche i paesaggi attraversati, dalle gare al mare a quelle in montagna, dalle gare su strada a quelle nei boschi, senza dimenticare le gare capitoline corse nei quartieri tradizionali di Roma.

Se la partecipazione diffusa è il vero criterio ispiratore di questa speciale edizione del Criterium e quindi il principale obiettivo della manifestazione, allora possiamo dire senza tema di essere smentiti che l’obiettivo è stato ancora una volta raggiunto.

Gli atleti che hanno corso almeno una gara sono ben 319, contro i 291 del 2010, le partecipazioni totali nelle gare di Criterium sono state 991, contro le 916 della scorsa edizione. Le donne che hanno preso parte a questa edizione sono state 65, contro le 57 dell’anno passato, gli uomini invece sono stati 254, contro i 238 dell’anno passato.

Insomma tutti i numeri sono in crescita, ma quello che impressiona sono i risultati ottenuti. Su 24 gare infatti la Podistica ha conquistato 14 primi posti, 5 secondi posti, 3 terzi posti (anche 1 quinto posto che ha determinato comunque un premio). La somma totale vinta è stata di 4600 €.

Quindi i numeri non lasciano dubbi, un grande successo di strategia con cui la società orange è riuscita a ribaltare quelle che sono orami le tradizionali gerarchie del podismo romano, come quella che la vede arrivare spesso dietro al gruppo dei “Bancari Romani”. I risultati dell’estate hanno permesso alla Podistica Solidarietà di primeggiare un po’ dappertutto e di recuperare posizioni nei confronti dei Bancari anche nel Gran Prix Lazio, criterium di corse su strada organizzato dalla FIDAL Lazio.

Veniamo ora però ai risultati individuali.

Nella graduatoria maschile Antonio Belardinilli “bissa” il successo dello scorso anno, dimostrando ancora una volta le sue grandi doti, non solo di carattere podistico, ma anche di carattere strategico, sapendo interpretare questa competizione in modo perfetto. Antonio ha vinto correndo esattamente 10 gare e soprattutto sfidando un problema fisico che lo ha tormentato in molte delle gare disputate e che lo ha costretto al riposo dopo l’ottima prestazione nell’Arrampicata di Tolfa. Due successi su due edizioni, che dire di più.

Le sorprese della graduatoria maschile le troviamo invece nelle posizioni che seguono immediatamente il velocissimo Antonio. Queste sorprese si chiamano Marco Taddei che ha conquistato il piazzamento d’onore migliorando di 11 posizioni il piazzamento dello scorso anno.
Al terzo posto un’altra sorpresa che risponde al nome di Cristiano Giovannangeli, che per alcune settimane ha anche guidato la classifica; Cistiano, alla prima partecipazione, continua a migliorare le sue prestazioni con una progressione travolgente.

Tra i primi 10 dello scorso anno si confermano solo Pierluigi Panariello, 4° posto, e Giovanni Golvelli, 5° con ben 18 gare all’attivo. Gli altri 5 sono tutte “new entry”. Tra queste posizioni spicca il 9° posto di Francesco Cerami conquistato con solo 9 gare all’attivo. Al 6° posto c’è comunque Salvatore Cairo che ha corso ben 17 gare, sfidando addirittura Golvelli sulla speciale classifica del numero di gare corse. Al 7° posto c’è l’instancabile Fabio Bortoloni e all’8° Raffaele Mele, un’altra gradita sorpresa di questa edizione. Ma la sorpresona è rappresentata dal 10° posto di Lino Trabucco che “scippa” al Presidente Pino Coccia, l’ultima posizione utile.

Ma vediamo in dettaglio le prime 10 posizioni della graduatoria maschile:

1) Antonio Belardinilli punti 1.991 gare 10
2) Marco Taddei punti 1.967 gare 12
3) Cristiano Giovannangeli punti 1.955 gare 14
4) Pierluigi Panariello punti 1.943 gare 10
5) Giovanni Golvelli punti 1.938 gare 18
6) Salvatore Cairo punti 1.931 gare 17
7) Fabio Bortoloni punti 1.893 gare 12
8) Raffaele Mele punti 1.839 gare 10
9) Francesco Cerami punti 1.788 gare 9
10) Lino Trabucco punti 1.784 gare 13


Completamente sconvolta invece la graduatoria femminile, in modo particolare per le prime 3 posizioni.
Ad aggiudicarsi questa edizione del Criterium Estivo è Edwige Nania, che, ripresasi da un infortunio, ha saputo condurre una strategia molto intelligente, selezionando con cura le gare. Come nel caso di Belardinilli anche lei ha chiuso il Criterium con 10 gare, quelle necessarie ad attestarsi al primo posto.

Al secondo posto c’è la turbo-runner Paola Patta, che ha chiuso il suo Criterium con 9 gare e con una media punti eccezionale, la quinta assoluta. La mamma sprint della Podistica in queste gare ha ottenuto riconoscimenti importanti, salendo spesso sul podio delle classifiche assolute.

Al terzo posto Antonietta Scala, la quale non si può certo dire che si sia risparmiata. Sono 12 le gare all’attivo per lei, un bel numero anche se alla fine l'instancabile Antonietta è stata penalizzata dalla scelta delle gare e dalla “doppia partecipazione” nello stesso weekend che non gli ha sempre permesso di esprimersi al massimo. Comunque un grande risultato di un'atleta che continua a migliorarsi costantemente.

A seguire Luana Lucchetti (4a) e Patrizia De Angelis (5a) che hanno chiuso entrambe a 10 gare; poi la star della Podistica, Daniela Pacciotti (6a), con 12 gare all’attivo. Seguono Lisa Magnago (7a) e Anna Maria Ciani (9a), che hanno chiuso con 9 gare. Al 9° e 10° posto ci sono Cristina Marilena Imbucatura e Simonetta Salomone, che hanno chiuso con sole 5 gare all’attivo.

Ma vediamo in dettaglio le prime 10 posizioni della graduatoria femminile:

1) Edwige Nania punti 1.755 gare 10
2) Paola Patta punti 1.745 gare 9
3) Antonietta Scala punti 1.711 gare 12
4) Luana Lucchetti punti 1.709 gare 10
5) Patrizia De Angelis punti 1.688 gare 10
6) Daniela Paciotti punti 1.618 gare 12
7) Lisa Magango punti 1.522 gare 9
8) Anna Maria Ciani punti 1.401 gare 9
9) Cristina M. Imbucatura punti 928 gare 5
10) Simonetta Salomone punti 910 gare 5


Il secondo Criterium estivo entra negli archivi della Podistica con i nomi di Antonio Belardinilli e di Edwige Nania incisi sull’albo d’oro della manifestazione. Le premiazioni il 23 ottobre durante il Trofeo Podistica Solidarietà.


Cliccate qui, per ottenere la classifica finale

Cliccate qui, per ottenere il calendario

Cliccate qui, per ottenere ulteriori informazioni sul Criterium 2011




File Attachment Icon
critestivo(s)rf.jpg
File Attachment Icon
critestivo(l)rf.jpg