Informativa sulla COOKIE LAW: Questo sito utilizza solo cookie tecnici
 home page   podistica   triathlon   trail   ciclismo   criterium   società   notizie   solidarietà   fototeca   dlf   fidal   aics   links   area riservata   contatti 
Podistica Solidarietà su FacebookPodistica Solidarietà su TwitterPodistica Solidarietà su InstagramPodistica Solidarietà su YouTube

NOTIZIE SOCIALI


tinforma


notiziario tiburtino


podistica in pillole


VIDEOTECA


ritratti orange


sezione di nettuno


bacheca della solidarietà


archivio notizie

Notizie da casa mia....
di Attilio Di Donato, 11/02/2011

Il mio ottico personale più volte l’hanno denunciato i vigili interurbani perché di giorno lavora onestamente ma di notte fa il guardone.

Lui se l’è sempre cavata dicendo che lo fa perché ha pochi clienti e per tenersi in esercizio osserva di notte le coppie clandestine nelle loro effusioni. Ieri l’ ho incontrato, era giorno (ci mancherebbe….) e appena mi ha visto mi ha infilato un dito nel globo oculare sinistro perché non ero andato a trovarlo e mi ha detto: “ti avevo detto di venire a farmi visita, tu hai assoluto bisogno degli occhiali.. “Eccerto, ho detto io, se li avessi avuti non sarei stato l’obiettivo del tuo dito.

Gli ho risposto con le seguenti parole:
“Io ho un altro ottico, caro ragazzo, è napoletano e si chiama Pino Occhio e non dice mai bugie come fai tu. Ha lo studio a Bellavista e l’altro giorno sono andato a trovarlo per una visita di “roulottine”.

Mi ha visitato con una lente di ingrandimento per filatelici e mi ha detto (testuali parole): “Caro Attilio, tu non hai bisogno degli occhiali, a te ti serve un binocolo! E visto che ti sei dato al birdwatching, fai una cosa, comprati un bel cannocchiale marca Swarxztosky perché, se continuerai a guardare gli uccelli ad occhio nudo perderai pure quei 3/1000 di gradi eyes che ti so rimasti.

Tu, in queste condizioni, vedi a malapena le cicogne che portano i bambini e gli avvoltoi che portano gli avvoltoini. Se ti andrà bene sbatterai anche contro un palo e vedrai anche le stelle ma questo solo se continuerai a camminare con la testa per aria in cerca di altri uccelli oltre i due che ti ho nominato, il tuo e quello padulo (pericolosissimo!!!). Per il resto non vedrai nient’altro.

A sentire queste parole mi è venuta contemporaneamente una strizza fulminante ma subito dopo un’ idea geniale e gli ho detto:
“Caro Pino, ti faccio una proposta, tu bendami un occhio per un mese così quell’altro a forza di sforzarsi salirà da 3/1000 di gradi a 700-800 gradi eyes, poi mi togli la benda e la passi all’altro occhio così anche quell’altro salirà di gradi eyes.

Alla fine della fiera (così dicono a Novara), io avrò una vista di falco e ti pagherò la tua fantastica prestazione con tutto quello che mi è rimasto, ossia un occhio della testa.

Ciao a tutti . Attilio




File Attachment Icon
bird.jpg
File Attachment Icon
caneconocchiali.jpg