Informativa sulla COOKIE LAW: Questo sito utilizza solo cookie tecnici
 home page   podistica   triathlon   trail   ciclismo   criterium   società   notizie   solidarietà   fototeca   dlf   fidal   aics   links   area riservata   contatti 
Podistica Solidarietà su FacebookPodistica Solidarietà su TwitterPodistica Solidarietà su InstagramPodistica Solidarietà su YouTube

notizie gare podistiche


archivio gare podistiche


calendario gare su strada


calendario gare in regione


calendario gare trail


calendario gare all'estero


11 consigli per la maratona


archivio notizie

10° articolo: Pasto pre-gara e colazione
di Fabio Ricci, 02/03/2007

Oramai ci siamo!
Marzo è iniziato, la Roma-Ostia è alle spalle ed ora non rimane che affrontare la maratona.
Nel penultimo dei “consigli” in vista della 42 km, dopo aver già affrontato la volta scorsa l’alimentazione nell’ultima settimana, un argomento breve e sintetico, ma che non va sottovalutato:

PASTO PRE-GARA E COLAZIONE

Spesso mi capita, la sera prima di una maratona o di una 30 km, di mangiare abbondantemente (soprattutto quando vado a Salsomaggiore, dove trasformo il Gran Buffet di accoglienza in una clamorosa abbuffata!), ma la colazione è oramai standard: vietato sbagliare!

Qualsiasi sia la gara da affrontare, tre ore e mezza prima della partenza mi dedico alla colazione, pasto che non dovrà certo fornirmi l’energia per affrontare la gara (per quello c’è il CARICO GLICIDICO – vedi 9° articolo), ma solamente mantenere alto il livello di zuccheri nel sangue.

COSA ASSUMERE : fette biscottate, pane, marmellata, miele, thè, caffè.

COSA NON ASSUMERE: cappuccino (di lentissima digestione!), latte, yogurt.

Domanda: perché la colazione va fatta tre ore e mezzo prima?
L’inizio del riscaldamento, circa mezz’ora prima della gara, rallenta enormemente la digestione, quindi è bene averla già completata.

Può essere utile, per chi solitamente al risveglio ha molta fame, bere, prima di andare a letto, un bicchiere di latte o di thè con un paio di fette biscottate oppure mangiare un frutto.

Un’ora prima della gara, per chi è abituato, è possibile anche bere un caffè: aumenta il battito cardiaco e agevola il metabolismo degli acidi grassi (POTENZA LIPIDICA – vedi 5° articolo).

All’inizio del riscaldamento potete prendere alcuni grammi di maltodestrine, disciolte in acqua o in tavoletta.

E poi?

Poi… basta!
Ora tocca a voi: venerdì prossimo vi parlerò del recupero post-maratona, ma, per essere “post”, mancano ancora 42 km e 195 metri!!!

Sperando di essere stato utile, auguro a tutti una buona corsa e chiunque avesse delle domande/dubbi/consigli/suggerimenti/insulti può scrivermi al mio indirizzo email fabio_70_rm@yahoo.it e risponderò volentieri (non agli insulti) nell'articolo successivo.

Buona corsa a tutti!

Fabio Ricci




File Attachment Icon
art10-pic.jpg
File Attachment Icon
art10.jpg