Informativa sulla COOKIE LAW: Questo sito utilizza solo cookie tecnici
 home page   podistica   triathlon   trail   ciclismo   criterium   società   notizie   solidarietà   fototeca   dlf   fidal   aics   links   area riservata   contatti 
Podistica Solidarietà su FacebookPodistica Solidarietà su TwitterPodistica Solidarietà su InstagramPodistica Solidarietà su YouTube

notizie gare podistiche


archivio gare podistiche


calendario gare su strada


calendario gare in regione


calendario gare trail


calendario gare all'estero


11 consigli per la maratona


archivio notizie

Vi raccontiamo dalle parole di Marco Taddei la Speata del 2014
di Marco Taddei, 02/08/2020

Le premiazioni

Le premiazioni

DOPO 25 ANNI SI FERMA LA SPEATA

Il GRUPPO MARCIATORI SIMBRUINI comunica ufficialmente l’annullamento dell’EDIZIONE 2020 della manifestazione
"LA SPEATA"
non essendo possibile rinviare ad altra data dell’anno in corso la 25esima edizione.
Per la prima volta, nella sua lunga e gloriosa storia, iniziata nel 1974, La Speata non verrà dispustata a causa dell’emergenza mondiale scatenata dalla pandemia Covid-19.

------------------------------------------------------------------------------
Il nome di questa gara non è stato scelto "casualmente", l'intenzione degli organizzatori è sempre la stessa, la Speata, ovvero, "spellare" i piedi dei partecipanti.

Nessuna giustificazione, chi l'ha già corsa sa benissimo a cosa va incontro, e chi la corre per la prima volta è avvisato dai racconti "leggendari", dalle altimetrie, dalla temperatura prevista dal meteo.

Alla Speata niente è affidato al caso, ma guarda caso, ci si torna sempre con lo stesso obiettivo, arrivare sulla vetta e respirare quell'aria conquistata con fatica e dolore.

Nessuno arriva lassù lucido, l'esaltazione è la motivazione predominante, quando passi l'arco sul monte Livata sei in preda alla più naturale delle sostanze stupefacenti, l'euforia!

Hai accumulato endorfina, adrenalina per salire su quei 12 km, nessun ristoro è in grado di sanare lo scompenso e nessun incitamento può bastare per cambiare passo, è solo la passione che ti spinge a compiere un'impresa impossibile.

Sono sensazioni che provano tutti, dal primo all'ultimo classificato. Diffidate di coloro che dicono :"i primi 3 chilometri sono duri poi ...", poi??? Poi è peggio!!! Non c'è recupero, non c'è un attimo di tregua per riprendere fiato, è questo il fascino della Speata!!!

Inizi questa sfida con il primo tornante "mozzafiato", e poi ... poi forse la salita è meno ripida, ma le gambe sono già provate e non ti accorgi che la pendenza è diminuita. Arriva un altro tornante, la curva a gomito non ti permette di vedere l'altro tratto di strada e pensi, magari ora "spiana" ... no, continua a salire!
L'hai corsa anche lo scorso anno, sai perfettamente che non spiana, che la salita non finisce mai! Ma succede come quando vedi una partita registrata della tua squadra del cuore, sai perfettamente qual è il risultato, ma speri sempre che magari ... possa cambiare. Questo provi ad ogni curva, di ogni tornante ! Magari "spiana" ... magari ... ma il desiderio non s'avvera, si sale ancora!
E poi c'è l'ultimo, quello che ti dimentichi sempre di prendere largo, la tua voglia di accorciare te lo fa stringere e prendi la fregatura di percorrere il tratto ancora più in saltita e spezza gambe di una curva larga molto più dolce di pendenza ...

Sono molti i tornanti, li avrei voluti contare, magari lo farò il prossimo anno, sperando che poi ... spiana! Ma nonostante la salita, nonostante la fatica siamo arrivati lassù in 83!!!
A volte siamo davvero commoventi, tutti, nessuno escluso meritiamo un premio, ma sono certo che il premio più grande che possiamo ricevere in questa esperienza è il senso di appartenenza ai nostri colori, l'affetto che ci lega al nostro Presidente!
Ognuno ha risposto al richiamo, e abbiamo "surclassato" gli avversari, quasi triplicando il numero di partecipanti della seconda società classificata!!!
Siamo primi per l'undicesimo anno consecutivo!

E allora anche la Speata diventa un'impresa di Solidarietà e questo ci gratifica immensamente!

Ma abbiamo avuto anche numerose gratificazioni personali che vado a riassumere,
elenco i primi 10 di categoria, ma sono stati premiati fino al 30° per alcune categorie. Sperando di non dimenticare nessuno, scorro la classifica del TDS e vedo che :

Tra le Ladies Orange abbiamo un risultato a dir poco straordinario!!! Ben 4 atlete nelle prime 15 assolute, a testimonianza che siamo eccellente qualità, oltre che quantità:

Michela Ciprietti è 5° assoluta e 2° di cat.
Mariangela Valletta è 7° assoluta e 2° di cat.
Cerami Laura è 8° assoluta e 2° di cat.
Tamara Haydee Arias è 15° assoluta e 3° di cat.
Simonetta Salomone è 3° di cat.
Patrizia Cattivera è 10° di cat.
Daniela Paciotti è 4° di cat.

Tra gli uomini non siamo certo da meno e vediamo che :

Andrea Rossi è 11° assoluto e 5° di cat.
Giorgio Bizzarri è 16° assoluto e 5° di cat.
Domenico Liberatore è 25° assoluto e 8° di cat.
Emiliano Cicerchia è 10° di cat.
Sergio Colantoni è 5° di cat.
Daniele Iozzino è 14° di cat. (menzione speciale per l'ottimo tempo ottenuto)
Andrea D'Offizi è 9° di cat.
Pierluigi Panariello è 8° di cat.
Piazzolla Anastasio è 3° di cat. (sempre ottime prestazioni)
Mauro Altobelli è 6° di cat.

E l'anno prossimo?!?!? Chissà magari saremo 90 pazzi a contare i tornanti!!!




Michela Ciprietti al traguardoi

Michela Ciprietti al traguardoi

Gara: La Speata (02/08/2020)

SCHEDA GARA



File Attachment Icon
speatabig.jpg
File Attachment Icon
speatapicc.jpg
File Attachment Icon
speatamed.jpg